Tutta Colpa di Darwin

Il Docu-Viaggio alla scoperta delle meraviglie della scienza

DOPO IL SUCCESSO DELLE PRECEDENTI EDIZIONI,
ANNALISA TORNA NELLE VESTI DI CONDUTTRICE CON

“TUTTA COLPA DI DARWIN”
IL DOCU-VIAGGIO ALLA SCOPERTA DELLE MERAVIGLIE DELLA SCIENZA

OSPITE DELLA PRIMA PUNTATA ROBERTO VECCHIONI

DAL 3 DICEMBRE, IN SECONDA SERATA

Da domenica 3 dicembre in seconda serata su Italia 1, al via “Tutta colpa di Darwin”, l’appuntamento con la scienza in tre puntate raccontato da Annalisa e prodotto da DUEB produzioni.

Dopo il viaggio al Cern di Ginevra in “Tutta colpa di Einstein” e quello nello spazio in “Tutta colpa di Galileo”, questa volta Annalisa aggiunge un nuovo tassello nel suo percorso di esplorazione sulla scienza e lo fa con il biologo e naturalista Charles Darwin, attraverso un racconto che parte dalle origini dell’essere umano, con lo scopo di raccontare la sua evoluzione tecnologica sin dalla preistoria.

Si parte dall’esplorazione della grotta di Chauvet, la più antica forma d’arte ritrovata in Europa e risalente a 36.000 anni fa. Durante questo viaggio, Annalisa vive esperienze uniche e irripetibili come il volo a caduta libera, l’estrazione del Dna, un viaggio sulla prima auto che si guida da sola, fino a far muovere degli oggetti solo con la forza del pensiero e incontrare personaggi fantastici che l’hanno trasformata in un fumetto “wonder woman”.

Nel corso dei tre appuntamenti, si approfondiscono i temi della coscienza umana e dell’arte robotica con un passaggio presso alcuni centri d’eccellenza della tecnologia nel mondo come l’Istituto Sant’Anna di Pisa, il laboratorio TheFabLab a Milano e l’IIT di Genova in cui Annalisa ha avuto modo di conoscere “iCub”, il robot bambino più intelligente in circolazione con diversi gradi di libertà e la capacità di auto correggersi.

Numerosi i personaggi illustri che prendono parte al viaggio di “Tutta colpa di Darwin”: il cantante Roberto Vecchioni, ospite della prima puntata; lo scienziato giapponese Hiroshi Ishiguro ed il suo gemello robot Geminoid con l’atleta Giusy Versace, entrambi ospiti della seconda puntata; l’astronauta e ingegnere spaziale Paolo Nespoli che chiude con una sorpresa speciale il terzo episodio della serie.

Annalisa, insieme alla sua passione per la scienza, non fa mancare parentesi musicali come quella avvenuta in compagnia di un coro gregoriano.

Please follow and like us:

BIO

Per commentare il programma sui social, nasce l’hashtag ufficiale: #ANNALISAforFUTURE

“Tutta colpa di Darwin” è un format originale DUEB produzioni di Luna Berlusconi, scritto da Alessandra Torre, Andrea Bettinetti e Giovanni Bagnari con la regia di Andrea Bettinetti. Produttore DUEB produzioni Diego Prando. Produttore esecutivo Mediaset, Hélène Cipolletta. Lavazza e Fastweb sponsor del programma con attività di brand integration.

Annalisa, cantautrice e interprete raffinata, è l’autrice delle hit del momento. Un Doppio Disco di Platino, due Dischi Platino e quattro Dischi d’Oro, cinque album, ha collaborato con artisti italiani e internazionali e ha condotto programmi tv. Dopo il successo con Benji & Fede con “Tutto per una ragione”, ha pubblicato il nuovo singolo “Direzione la vita” che ha scalato subito le classifiche di vendita e radiofoniche. Sta lavorando al suo prossimo lavoro in studio prodotto da Michele Canova.
 

Tutta Colpa di Darwin Talents

 

Annalisa

Nata a Savona il 5 agosto 1985, Annalisa inizia a studiare chitarra classica all’età di 6 anni e flauto traverso a 16 anni. «A 13 anni ho trovato la mia dimensione nel canto grazie a Danila Satragno, vocal coach e corista e fisarmonicista nell’ultimo tour di Fabrizio De Andrè, che mi ha insegnato la tecnica […]

Nata a Savona il 5 agosto 1985, Annalisa inizia a studiare chitarra classica all’età di 6 anni e flauto traverso a 16 anni. «A 13 anni ho trovato la mia dimensione nel canto grazie a Danila Satragno, vocal coach e corista e fisarmonicista nell’ultimo tour di Fabrizio De Andrè, che mi ha insegnato la tecnica vocale e a suonare il pianoforte come strumento didattico».

Nei suoi ascolti giovanili già si intuiva il suo gusto raffinato. «Sono cresciuta con il mito di Mina: “Se telefonando” è stata la colonna sonora della mia infanzia. Successivamente mi sono avventurata in Joni Mitchell, Depeche Mode, Sigur Ros, Muse, Coldplay, Radiohead, Fabrizio De André e pure Madonna. Mi piace moltissimo Björk, anche se gli ultimi lavori sono parecchio sperimentali. Mi appassionano anche i libri: leggo tantissimo, da teenager soprattutto Baricco».

Annalisa è laureata in fisica con tesi sulla pompa di calore geotermica. «Ho mancato il 110 e lode, seppure non di molto, perché ero già piacevolmente distratta dalla musica. Grazie alle conoscenze di Danila ho suonato con tanti musicisti: duo, trio, quartetto, band… ogni occasione era buona per salire sul palco. Ho cantato di tutto: rock, pop, metal, jazz, cover, inediti… È stata una “palestra” davvero formativa».

A cavallo fra il 2010 e il 2011 Annalisa torna a “scuola”. Partecipa alla decima edizione di “Amici”: arriva in finale e si aggiudica il Premio della Critica. «Mi ricordo i duetti con Fiorella Mannoia, Mario Biondi, Alessandra Amoroso e perfino Christian De Sica. Tutte esperienze indimenticabili che mi hanno aiutata a maturare, ma l’emozione più forte l’ho provata quando ho cantato un medley di “Quello che le donne non dicono” e “Notti di maggio” con la Mannoia, uno dei miei punti di riferimento più importanti. Mi onora che Fiorella abbia detto che ci teneva a cantare proprio con me»

Il 4 marzo 2011 pubblica il primo album “Nali” con 8 canzoni inedite, fra cui “Solo” scritta dall’artista stessa e la cover “Mi sei scoppiato dentro il cuore” di Mina. La versione digitale di “Nali” conquista il web: in un solo giorno arriva fino alla seconda posizione della classifica di iTunes.

L’esordiente Annalisa vive un 2011 con ritmi da popstar: tanti viaggi, incontri con i fans, le ospitate in radio e in televisione. Prima del tour estivo di “Amici” («Favolosa la Notte Rosa di Riccione: c’era una folla imbarazzante») a fine maggio prova il brivido di esibirsi all’Arena di Verona e venire premiata per il disco di platino dell’album “Nali” ai Wind Music Awards.

Un altro riconoscimento importante arriva dal sito Rockol.it, che giudica “Diamante lei e luce lui” il miglior videoclip italiano nella categoria emergenti.

«Fra i ricordi più emozionanti del 2011 conservo anche la partecipazione al Festival O’Scià organizzato da Claudio Baglioni a Lampedusa. Mi sembrava un sogno interpretare “Cuore di aliante” con Baglioni ed essere sullo stesso palco con la PFM che cantava “Il Pescatore” e “Bocca di Rosa” di Fabrizio De André».

Il 27 marzo 2012 pubblica il secondo album “Mentre tutto cambia” e partecipa all’edizione 2012 di Amici “Big” . Alla serata finale di “Amici 2012” all’ Arena di Verona Annalisa riceve il “Premio della critica” da parte della stampa presente.

Il 9 luglio duetta con Antonello Venditti durante il concerto del cantautore romano all’Arena di Verona e Il 21 luglio ritira a Marina di Carrara il “Premio Lunezia” per il valore Musical – letterario del suo ultimo album di inediti “Mentre tutto cambia”. Per tutta l’estate è stata  impegnata con il suo tour , mente ad ottobre, il 27 ottobre a Roma all’Auditorium Conciliazione e il 30 ottobre a Milano al Teatro Dal Verme, ha tenuto due concerti nei teatri che hanno riscosso consensi di critica e pubblico.

A novembre 2012 Il suo video di “Senza Riserva” vince il Premio Videoclip Italiano nella sezione Mainstream (categoria donne).

L’11 gennaio 2013 su tutti i digital store è stato pubblicato “Pirati” il brano di Annalisa ispirato alle avventure del film d’animazione L’Era Glaciale 4: Continenti alla deriva,  in DVD, Blu-ray, Blu-ray 3D e Digital HDTM.

Ha partecipato  al 63° Festival di Sanremo con due brani: ”Scintille” e “Non so ballare” tratti dal suo 3° album pubblicato durante il Festival di Sanremo 2013.

A maggio ha tenuto con successo due date di “Anteprima tour” a Milano e Roma che hanno anticipato la tournèe che l’ha vista protagonista per tutta l’estate.

A gennaio 2014 “Mentre Tutto Cambia”, il secondo album in studio di Annalisa è sbarcato in Olanda. I brani “Tutto sommato” e “Non so ballare”, insieme all’ inedito “Capirai”  scritto dall’autore olandese  Ronald Schilperoort con liriche di  Giancarlo Romita, sono state inclusi nella colonna sonora del film TOSCAANSE BRUILOFT   (Matrimonio toscano), una delle più importanti pellicole uscite in Olanda per la regia di JOHAN NIJENHUIS .

Il film è stato presentato in anteprima il 27 gennaio al Teatro Pathé Tuschinski di Amsterdam dove Annalisa, dopo la premiere del film, ha cantato “Tutto sommato” accompagnata dal suo pianista.

A febbraio 2014 è entrata in studio di registrazione e sono usciti  “Sento solo il presente” il 5 maggio e “L’ultimo addio” il 19 settembre, primi singoli che anticipano la pubblicazione del  prossimo lavoro in studio di Annalisa che vedrà l’intera produzione artistica affidata a Kekko e a Kikko Palmosi , storico produttore dei Modà.

A dicembre Annalisa partecipa al singolo “Dimenticare (Mai)” dove la sua splendida voce si unisce al rap delle rime romantiche di Raige.

A febbraio 2015 parteciperà al Festival di Sanremo con il brano Una finestra tra le stelle e durante la settimana del Festival verrà pubblicato il suo nuovo album “Splende”. Ad aprile, Annalisa sarà in tour per presentare il suo nuovo album con due anteprime : l’1 aprile a Milano (Teatro Nuovo) e il 3 aprile a Roma (Auditorium Parco della Musica – Sala Petrassi).

Please follow and like us:
Follow by Email
Facebook
Twitter
Visit Us
SHARE
LINKEDIN
INSTAGRAM